ANEMIC CINEMA

 

 

 

ANEMIC CINEMA

MARCEL DUCHAMP, B/N, 7’ – F 1926

Film sperimentale ideato con la collaborazione di Man Ray, senza trama, è costituito in prevalenza dalle riprese di una serie di dischi rotanti. I dischi in movimento sono in tutto diciannove: dieci composti da figure geometriche (cerchi non concentrici, spirali) e nove con frasi (“rotorilievi”) in francese senza apparente senso, quali giochi di parole e scioglilingua. Il titolo del film è un doppio anagramma. Il “cinema anemico” era un cinema privo di senso, in linea con le idee sovversive del Dadaismo. Il fatto che però venne girato dopo la fine del movimento (che si sciolse spontaneamente nel 1923) lo pone a metà strada tra le avanguardie e il cinema “puro”, forse ascrivibile al movimento surrealista.

Anémic Cinémais a Dadaist, surrealist or experimental plotless film made by Marcel Duchamp. The film depicts whirling animated drawings – which Duchamp called Rotoreliefs – alternated with puns in French. The revolving discs are altogether nineteen: ten showing geometric figures and nine with French puns and allierations. Duchamp signed the film with his alter ego name of Rrose Sélavy.