Cineconcerto Compagnia D’arte Drummatica

10672350_764236436948850_3499971626545848825_nCompagnia opera nell’ambito della musica sperimentale. Il progetto, ideato da Mario Martignoni per esplorare il mondo della percussione ortodossa e non, si è arricchito in seguito alla partecipazione attiva di altri musicisti, che ha portato all’ensemble nuovi timbri e indirizzato Compagnia nella dimensione ad essa più consona, quella della musica incidentale – musica che nasce e vive in relazione ad altro -. Questo interesse ha portato il gruppo a relazionarsi ad altre forme d’arte realizzando collaborazioni con gruppi di danza, artisti figurativi, scrittori, e operando in ambiti come il cinema e il teatro. L’organico vede il concorso di musicisti provenienti da esperienze diverse, e combina l’uso delle percussioni con altri strumenti tradizionali e diversi strumenti inventati. Le peculiarità del lavoro svolto vanno dalla riscoperta di una musicalità primitiva alla ricerca di effetti e sonorità particolari ottenute dall’uso non sempre ortodosso degli strumenti, il tutto con un orecchio sempre teso verso tradizioni musicali “altre”‚ ed una tecnica compositiva che lascia largo spazio all’improvvisazione. La performance dal vivo continua a essere per Compagnia il più naturale e riuscito strumento di comunicazione emotiva e spettacolare, sia essa sul palco di un teatro o di un locale, sia essa in strada, o ancora in spazi espositivi tipici delle mostre d’arte.

 

 

Ciné Concert – sonorizzazione live di film d’animazione

Uno dei pretesti “incidentali” più stimolanti per il lavoro di Compagnia è la sonorizzazione di pellicole di film d’animazione. Questo universo infinito, per tecniche, poetica, fantasia e fascino ha portato il gruppo a comporre ed eseguire musiche e suoni per diverse opere storiche e per alcuni cortometraggi contemporanei. Va considerata la speciale competenza in questo campo di Andrea Martignoni, che ha aperto al gruppo questi orizzonti.

Compagnia ha realizzato le sonorizzazioni di questo evento:

  • L’idée di Berthold Bartosh (1932);

poi alcuni film dell’epoca del muto:

  • THE SINKING OF THE LUSITANIA di Winsor Mc Kay 1918 – 9′
  • FILMSTUDIE di Hans Richter 1926 – 4′
  • RHYTHMUS 21 di Hans Richter 1921 – 3′
  • FUNNY FACES di James Stuart Blacktone 1906 – 3′

oltre il periodo del muto aggiungiamo:

  • LE NEZ di Alexander Alexeieff 1963 – 12′

e un paio di contemporanei:

  • TOT OU TARD di Jadwiga Kowalska 2007 -3′
  • BACH di Anton Dyakov 2010 – 6′

 

www.compagniadartedrummatica.it