Giurie 2014

4Rimusicazioni Film Festival 2014 (XV edizione)

Il festival bolzanino, probabilmente l’unico al mondo di questo genere, prevede un concorso dedicato alla creazione di nuove colonne sonore per film dell’epoca del muto. Ci sono anche eventi collaterali e fuori concorso che prevedono dei cineconcerti (proiezione + musica dal vivo) ma le giurie giudicano solo le opere “fissate” su supporto. Il Cinema muto veramente muto non è mai stato perché anche nel cinema degli albori la musica dal vivo accompagnava sempre le proiezioni, ma il fatto che le colonne sonore non fossero registrate sulla pellicola ha fatto sì che molte venissero perse per sempre.
I concorrenti possono partecipare sia con colonne sonore per film indicati dall’organizzazione che con film da loro stessi individuati.
Il concorso prevede diverse tipologie di premi: 2 premi in denaro assegnati da due equivalenti giurie, una di esperti (artisti, studiosi, operatori culturali…) ed una di ex concorrenti. Le giurie non giudicano la qualità dei film, né la complessità della musica. Giudicano invece la capacità della colonna sonora di rendere meglio fruibile l’opera filmica originaria. Possono partecipare sia colonne sonore classiche che sperimentali, sia musicali che sonorizzazioni di foley artist.

I lavori inviati vengono valiati da un team di “pregiuria” che filtra soprattutto i lavori inadeguati dal punto di vista della qualità tecnica. 6/10 ore di materiali vengono poi inviate ai singoli giurati delle due giurie e da loro individualmente valutati in modo tale che le due giurie non si condizionino fra loro e in modo tale che anche i giurati della stessa giuria in un primo momento abbiano la possibilità di elaborare un giudizio indipendente. Matematicamente con la somma dei voti di ogni singolo giurato si definisce una prima classifica. La classifica determina quindi una rosa di film finalisti tra i quali, dopo una discussione, viene deciso il vincitore finale di ogni singola giuria. Teoricamente le due giurie possono premiare lo stesso film come possono anche premiare uno dei film che partecipa alla sezione “Harlock” dedicata ai film di cui sono stati comprati i diritti di edizione e i cui premiati vengono invece scelti direttamente dall’organizzazione del festival.
C’è, infine, il Premio del Pubblico che da quest’anno è stato patrocinato dalla rivista Franzmagazine e che da quest’anno, per potere valorizzare anche tante opere che purtroppo non hanno trovato spazio nella programmazione di sala, è stato riservato agli utenti di internet attraverso il nostro canale youtube.


Giuria “Esperti” *

“Ex Rimusicatori” **

——

Membri delle giurie

 

Augusto Q. Bruni*

Augusto Q. Bruni

Classe 1957. Bibliotecario multimedia, critico musicale,
organizzatore di rassegne filmiche e concerti, DJ radiofonico e sceneggiatore.
Class 1957. Librarian multimedia, music critic,
organizer of exhibitions and concerts filmic, Radio DJ and screenwriter.

 

Henk van Dreumel*

Henk van Dreumel

Fondatore del festival tedesco “Staub und Kratzer short film festival”. Trascorsi come musicista, dj, e produttore discografico. Ha prodotto brevi documentari, collages sonori sperimentali e sculture di suono. È anche un grande collezzionista di Hi-fi vintage, pellicole 16mm e mille altre cose. Ha lavorato in Australia, Inghilterra, e Usa. Al momento vive e lavoro a Duesseldorf.

Founder of Germany’s Staub und Kratzer silent short film festival.

With a musical background as a record label executive and DJ, he produces documentary shorts, experimental collages as well as sound sculptures. He is a collector of old fashion stereo visuals, 16 mm films and all sorts of things. He has been working in Australia, England and USA, with his present residence in Düsseldorf.

 

Paolo Bertetti*

DSC_0012

Paolo Bertetti lavora presso l’Università di Siena. In precedenza al Politecnico di Torino e alle Università di Pisa e di torino. È stato vice-presidente dell’Associazione Italiana di Studi Semiotici (AISS). Si occupa di Semiotica del cinema, Semiotica del testo e teoria semiotica. Le sue ricerche più recenti riguardano le narrazioni transmediali, e in particolare la costruzione del personaggio, e il cinema muto, con una ricerca sulla immaginario tecnologico nel cinema italiano delle origini.

Il suo ultimo libro , Transmedia Archaeology(scritto con C. Scolari e M. Freeman), è stato appena pubblicato in inghilterra da Palgrave Macmillan.

Paolo Bertetti works at the University of Siena. He has also taught ​at the Polytechnic of Turin and at the Universities of Pisa and Turin. It was vice-president of the AISS, the Italian Association of Semiotic Studies.
His research interests concern Film Semiotic, Semiotic Theory and Semiotics of Text. In this context, is currently doing research on the construction of fictional characters in transmedia narratives and the representation of technological innovation in the Italian silent cinema.
His latest book (with C. Scolari e M. Freeman), Transmedia Archaeology, has just been published in England by Palgrave Macmillan.

 

Matteo Aniello*

Nasce a Bolzano nel 1979 e si laurea in Lettere e filosofia con una tesi sul cinema muto del 1910.
Dal 2006 vive a Berlino 2006 dove collabora con il cinema Babylon di Berlino come organizzatore e curatore di rassegne cinematografiche e concerti. Sempre a Berlino lavoro come insegnante di latino.
Presidente del Circolo Fabrizio De Andrè di Berlino.
Docente di montaggio video presso la BEST- Sabel Design Schule.

Born in Bolzano in 1979 and graduated in Literature and philosophy with a thesis on the silent film of 1910. Since 2006 he lives in Berlin in 2006 where he worked with the Babylon cinema in Berlin as an organizer and curator of film festivals in Berlin and concerti.Sempre job teaching Latin. President of the Club Fabrizio De Andrè Berlin. Professor of video editing at BEST- Sabel Design Schule.

 

Max Carbone*

Max Carbone

Ancona 1957. Pubblicista, musicista, operatore culturale. Responsabile comunicazione azienda altoatesina. Autore RAI (TV e radio). Fondatore cooperativa culturale Mairania857 a Merano. Direttore artistico festival musica popolare alpina AlpsKlang per otto edizioni. Fondatore di thecomfortzone, laboratorio di musica improvvisata.

Ancona 1957. Founder cooperative cultural Mairania857 in Merano. Artistic director of the Alpine folk music festival AlpsKlang for eight editions. Founder of thecomfortzone laboratory improvised music. From Miles Davis to Cage, from Bach to Scelsi, without forgetting the Area.

 

Gugliemo Papa*

Papa

Regista, fonda nel 2007 la “società della civetta”. Essa rivolge la propria attività all’elaborazione di linguaggi teatrali originali destinati alle nuove generazioni. La Società della Civetta nasce dalla necessità di condividere l’esperienza teatrale con altre figure professionali nel campo dell’infanzia – pedagogisti, educatori, psicologi – e di aprirsi all’incontro con discipline artistiche e culture diverse. La ricerca e la produzione della compagnia sono indirizzate al pubblico dei bambini e dei ragazzi e un’attenzione particolare è rivolta alla primissima infanzia,

Guglielmo Papa founded in 2007 the “società della civetta” , focuses its activities on the development of original theatrical language for new generations.

La Società della Civetta arises from the need to share the theatre experience with other professionals in the field of childhood – pedagogues, educators, psychologists – and to stimulate dialogue with the arts and cultures.

 

Sergio Lopez Figueroa**

 

Figueroa1

Sergio è un produttore creativo spagnolo, compositore e imprenditore culturale. Attualmente vive a Londra, ha studiato pianoforte presso il conservatori  di Las Palmas, Bologna e Madrid. Essendosi specializzato in musica per il cinema nel Regno Unito al Bournemouth University (PGDip) e alla Film & Television School nazionale, NFTS, il suo stile di musica da film ha forti influenze europee che fondono scrittura classica contemporanea con tecniche tipiche del film scoring. Collabora con varie cineteche . Nel 2008 ha fondato Big Bang Lab

Sergio is a Spanish creative producer, composer and cultural entrepreneur. Currently living in London, he studied piano at Las Palmas, Bologna and Madrid Conservatoires. Having specialized in music for film in the UK at Bournemouth University (PGDip) and the National Film & Television School, NFTS, his film music style has strong European influences merging contemporary classical writing with film scoring techniques. He has written new scores for silent films including the award winning score Clonic Mutations for the film Un Chien Andalou (Harlock award at Rimusicazioni 2006 and further live performances at Tate modern – Dali exhibition –  2007 and Berlinale 2008).

 

VINCENZO MANCUSO**

mancuso

Ho iniziato a lavorare come filmmaker nel 2000, dopo aver concluso la scuola di documentario Zelig di Bolzano. Lavoro sulla documentazione sociale, sulla raccolta di memoria e sullo sviluppo di progetti documentari.
Dal 2001 raccolgo materiali amatoriali in super8 e 16mm, che sono diventati parte dell’archivio di DOCUMENTAFILM, la mia piccola casa di produzione.

Sono il fondatore e organizzatore del festival ANALOGICA, che si tiene ogni anno in Alto Adige.

He works as film-maker in 2000 after graduating at Zelig Film school In Bolzano. His work is focusing on social documentation, on memory and on various projects.
Since 2001 he collects amateur moviesin super 8 and in 16mm, this collection has become the framework for the Documentafilm archive; his own production house.

He is also the founder and the art direct of the ANALOGICA festival.

 

Valentina Mitola**

1

Fonda con Paolo Cipriano il gruppo Supershock con cui crea colonne sonore per film muti che la portano in tournée in Italia, Francia, Sud America, Medio Oriente, per oltre 500 rappresentazioni. Crea le musiche e suona in spettacoli di teatro di portata internazionale, fra cui “Le Pays des Aveugles” di e con Nino D’Introna, produzione Théatre Nuovelle Génération di Lione (Francia). Laureata in Cinema al D.A.M.S. di Torino, attualmente è iscritta al Conservatorio di Cuneo, allieva di Paolo Costa e Riccardo Fioravanti.

She founded with Paolo Cipriano the Supershock band, and creates soundtracks for silent films. She plays in Italy, France, South America and Middle East, in more than 500 shows. She composes music and plays in International theatre shows. One of this “Le Pays des Aveugles”, by and with Nino D’Introna, Théatre Nouvelle Génération, Lyon (France). Graduated in Cinema at the University of Turin, she is actually studying at Conservatory of Cuneo, with Paolo Costa and Riccardo Fioravanti.

 

Paolo Enrico Archetti Maestri**

paolo archetti maestri. jpeg

È autore di canzoni, compositore e musicista, ma anche cantante, chitarrista e fondatore del gruppo musicale italiano yo-yo Mundi. Il gruppo musicale riunito sotto la giocosa sigla Yo Yo Mundi nasce alla fine degli anni ’80 ad Acqui Terme, città di confine tra le colline del Monferrato, nel sud del Piemonte. Con gli Yo Yo Mundi ha realizzato otto album e tenuto tantissimi concerti e spettacoli, tra cui diverse rimusicazioni in Italia e in giro nel mondo. Ha contribuito alla nascita delle edizioni musicali de “la contorsionista” e dell’etichetta discografica “Sciopero records” .

He is song writer , composer and musician but also singer, guitar player and founder of the italian band yo-yo Mundi. With yo-yo Mundi he produced 8 albums and played a lot of concerts and shows, among them various re-setting of soundtracks, in Italy and all over the world. he contributed to the launch of the musical editions of “la contorsionista” and the record label “Sciopero records”.