THE TELL-TALE HEART

THE TELL-TALE HEART

CHARLES F. KLEIN, LEON SHAMROY, USA 1928, 25′

Il film, basato su un racconto di Edgar Allan Poe, narra la confessione dell’omicidio di un anziano da parte del suo vicino, ossessionato dal suo “occhio da avvoltoio”. La notte dell’omicidio qualcuno, sentendo un grido, allerta la polizia. Agli ufficiali che bussano alla sua porta il narratore spiega che l’anziano signore è in viaggio e mostra che i suoi tesori sono sempre al loro posto. Sicuro di sé, li fa sedere proprio nel punto in cui è stato sepolto il corpo. Ma l’omicida inizia a sentire un debole suono, che diventa sempre più forte. Invece che riconoscere il pulsare del proprio cuore, arriva alla conclusione che è il battito del cuore del vecchio, sotto le assi. Gli ufficiali sembrano non aver notato questo rumore. Eppure, sconvolto dal costante battito del cuore e convinto che gli ufficiali lo sentano bene come lui, il narratore finisce per ammettere l’omicidio del vecchio e spiega loro dove il corpo è nascosto.

Based on Poe’s homonymous short story, the film tells about an insane person who at first loves then grows to hate his neighbor, an old man whose penetrating gaze unnerves the protagonist. He plans a perfect crime and executes it one night. The next day, two officers knock on the insane man’s door, investigating a shriek heard in the night. The insane man invites them in, answers their questions, and submits to an examination of his eyes by one of the officers, who proclaims him innocent. The insane man invites them to stay and relax awhile, then regales them with his theories of crime. His heart begins to beat louder. Angles on the set are skewed to suggest the man’s internal disarray.